Pages

lunedì 14 luglio 2014

Ada Reina: guarda il vide di "Lei balla"


Con il nuovo singolo “Lei balla” si inizia finalmente a scoprire la vera dimensione musicale dell’artista italo-sudamericana Ada Reina, la quale, nell’arco del 2013, si è cimentata più su sperimentazioni e collaborazioni in diversi progetti underground.

Ada Reina è classe 1989, sangue latino americano e una dedizione spiccata per la musica electropop. 
La sua storia nasce in rete attraverso videoclip i9j cui si cimenta da amatore in  brani dal sapore internazionale. La prima apparizione nazionale avviene ad XFactor. Se seguite il talent e non ricordate il suo nome,  perchè lei ha partecipato alla terza edizione (poi vinta da Marco Mengoni) con il suo nome originale, Ornella Felicetti. Correva l'anno 2009 e solo nel 2013 il contratto con una major discografia, due singoli e poi il terzo, "Lei balla", appunto. 
“Lei balla” racconta di una donna distrutta e distratta costantemente dalla visione alterata della vita, dalla superficialità dell’avere dimenticandosi di quanto sia importante essere:
Spiega Ada Reina: 
 “Tutto ciò comporta la chiusura, la perdizione, il susseguirsi di disfatte e la rassegnazione che, purtroppo, sono ormai il simbolo distintivo della donna del nuovo millennio. Con questo brano voglio scuotere l’anima di chi si è arresa invitandola liberarsi da tutto questo e ballare, fregandosene di chi la sta a guardare”.
Il sound della cantante 25enne è chiaramente ispirato a pop-star internazionali come Rihanna e Lady Gaga, specialmente quelle degli esordi. Ma l'ispirazione a modelli d'oltreoceano non si ferma allo stile musicale: nel video che accompagna" Lei Balla", Ada Reina stuzzica i fan con una camicetta bianca bagnata dall'acqua, decidendo così di giocarsi la carta della sensualità come altre colleghe ben più famose. Troppo presto per capire se sarà una scelta che verrà premiata dal pubblico. Rimane che la ragazza sa cantare, si sa muovere e presenta ampi margini di miglioramento. Il videoclip lo potete vedere continuando a leggere. 









Radio date: 4 Luglio 2014


Voto: 5,5/10

Nessun commento:

Posta un commento